A Pantelleria riapre il punto nascita

NATO-A-PANTELLERIA_LOGO

Articolo di GAZZETTINONLINE.IT

A Pantelleria riapre il punto nascita

Buone notizie per le future mamme di Pantelleria. Dopo due anni di stop forzato, a causa della mancanza di medici, riapre il punto nascita dell’isola.

Una risposta concreta a un sos

Le porte del punto nascita dell’isola più a sud d’Italia sono rimaste chiuse a lungo. Due lunghi anni senza avere la possibilità di far nascere il proprio bimbo nei confini dell’isola. La mancanza dei medici, infatti, ha reso impossibile i parti a Pantelleria. Più di una volta l’Asp di Trapani aveva sollevato il problema e lanciato l’allarme ma fino a qualche mese fa tutto sembrava cadere nel vuoto.

Da novembre torna la vita

Cambia la musica, invece, da novembre, quando le porte del punto nascita saranno finalmente riaperte e le mamme potranno prepararsi ad accogliere i piccoli senza pesanti trasferte. Un modo per avere anche più tempo per organizzare tutto nei dettagli,compresa la scelta delle bomboniere. Quelle per la nascita e, perché no, anche le bomboniere per il battesimo. È possibile, ad esempio, scegliere per il battesimo bomboniere on line magari tra le ultime novità proposte dal portale Narabomboniere, un semplice click per avere le ultime bomboniere di tendenza direttamente a casa. L’ultimo avviso lanciato dall’Asp di Trapani per l’assunzione di pediatri e neonatologi in tutta Europa non è andato deserto. Complice anche l’aumento dello stipendio previsto: da 70 a 90 mila euro l’anno.

Boom di domande

È stato un vero e proprio boom di domande quello registrato con questo bando. Dopo gli avvisi andati deserti, infatti, le candidature arrivate da ogni parte d’Europa sono state ben nove. I professionisti hanno mostrato la propria disponibilità a trasferirsi nel centro siciliano almeno per un anno. È quanto ha recentemente dichiarato il manager dell’Asp di Trapani, Giovanni Bavetti. Tra le candidature sono arrivate anche quelle di un professionista francesce, di un medico proveniente da Rimini e di uno romano.

Al via il nuovo corso del punto neonatale

Venerdì saranno firmati i contratti dei professionisti chiamati a dare nuova vita al punto neonatale. Quattro i medici assunti, tre pediatri e un neonatologo. Le provenienze? Rimini, Milazzo, Roma ed Enna. “Nei mesi scorsi – ha spiegato Bavetti in un’intervista – l’Asp ha dovuto sospendere temporaneamente l’attività del punto nascita per le criticità gestionali dovute al mancato reperimento di risorse umane. Abbiamo sempre garantito comunque un idoneo percorso assistenziale alla gravida per la gestione della gravidanza a basso rischio. Nelle scorse settimane abbiamo emanato degli avvisi libero professionali, aprendoli anche a cittadini degli altri Stati membri dell’Unione europea e incrementando il compenso lordo da 70 mila a 90 mila euro”.

Se questo articolo ti è piaciuto, CONDIVIDILO!

PinIt