Elezioni politiche 2018 – Come si vota domenica 4 marzo

schede elettorali

Fonte notizia: Comune di Pantelleria

ELEZIONI POLITICHE 2018, SI VOTA DOMENICA 4 MARZO

CAMERA SENATOCome si vota alle prossime elezioni politiche? Domenica 4 marzo, dalle 7 alle 23, nelle sezioni elettorali ci verranno consegnate due schede: una per la Camera, e una per il Senato, in questo caso se abbiamo più di 25 anni.
Ma vediamo come sono fatte le schede che porteremo in cabina: ciascuna è suddivisa in spazi separati. E ogni spazio separato corrisponde a una coalizione (cioè a un gruppo di partiti che si presentano uniti), oppure a un partito singolo che si presenta da solo. Per ogni area politica vedremo una parte rettangolare in alto, stretta e lunga, che indica il nome e cognome del candidato scelto dal partito o dalla coalizione. Si tratta della parte riservata al collegio uninominale, che dà la vittoria alla persona che prende più voti in quel collegio. Sotto il nome del candidato, ci saranno invece i simboli dei partiti o del partito che lo appoggiano, e accanto a ciascun simbolo troveremo dai due ai quattro nomi: si tratta del cosiddetto «listino bloccato», una lista di persone scelte dai partiti. Questi nomi vengono eletti su base proporzionale. Per farla semplice, il candidato dell’uninominale è il giocatore, la lista di nomi sotto di lui è invece la «squadra» che lo appoggia. A questo punto, possiamo prendere la penna in mano. Sulla scheda possiamo mettere due segni: una crocetta sulla parte rettangolare, dove è indicato il candidato al collegio uninominale che preferiamo, e l’altra crocetta su uno dei simboli che lo appoggiano, elencati sotto di lui. Attenzione però. I due segni devono essere fatti nella stessa area. Chi sbaglia sappia che il suo voto sarà annullato. Se volete, potete invece mettere una X solo sul vostro partito di riferimento, ma ricordate che così il voto andrà al candidato dell’uninominale (il giocatore) appoggiato da quella forza politica. Viceversa, se scegliete il candidato, ma non mettete il segno su uno dei partiti che lo sostiene, il vostro voto viene distribuito alla coalizione con metodo proporzionale.

Fonte: Ministero degli Interni. TP24.IT

Gli acquisti che consiglio
Amazon-Box creato da Giuseppe Frattura

Se questo articolo ti è piaciuto, CONDIVIDILO!

PinIt