Ornella, ultimo esemplare di asino pantesco vivente appartiene a Kevin Smith, uomo d’affari inglese

ornella asino smith

Articolo di TGTOURISM.TV

Si chiama Ornella l’ultimo esemplare di asino pantesco vivente sull’isola di Pantelleria e appartiene a Kevin Smith, un uomo d’affari inglese.

Non si tratta però dell’unico esemplare in assoluto: grazie all’azienda foreste della Regione che si è messa a cercare esemplari in tutta la Sicilia, attraverso l’analisi del DNA, trovandone ben 77 che protegge nella riserva San Matteo di Erice, nel Trapanese.

Senza Giacomo Coppola, addetto alla gestione e all’allevamento degli asini della riserva, prossimo alla pensione, l’asino pantesco si sarebbe estinto dopo la scomparsa dell’ultimo esemplare di sesso maschile, Arlecchino. La fine dello stallone avvolta nel mistero fino a poco tempo fa è stata rivelata lo scorso 30 novembre: polmonite.

La vicenda turbò molto gli abitanti dell’isola, e sì perché gli asini a Pantelleria erano considerati dei veri e propri membri di famiglia, insostituibili dopo la dipartita. Ogni anno intorno al lago di Venere, nell’interno dell’isola si svolgeva una corsa di asini a cui partecipavano le varie contrade, mentre una seconda festa si celebrava il 24 giugno in occasione di San Giovanni, nelle strade attorno al porto.

Come spiega a Il Venerdì di Repubblica l’assessora all’agricoltura e all’ambiente, Graziella Pavia “la scomparsa dell’asino è da ricollegare all’avanzamento della modernità. L’asino pantesco, un incrocio tra la razza selvatica africana e quella siciliana ha perso la sua centralità nella comunità pantesca, più votata all’agricoltura che alla pesca“.

Il comune di Pantelleria, dopo all’istituzione del Parco Nazionale dell’isola, sta studiando un progetto per utilizzare gli asini nel turismo e nell’agricoltura sostenibile.

Se questo articolo ti è piaciuto, CONDIVIDILO!

PinIt