Pantelleria, il punto nascite di nuovo operativo: ci sarà anche un pediatra francese

NATO-A-PANTELLERIA_LOGO

Articolo di CORRIERE.IT

Pantelleria, il punto nascite di nuovo operativo: ci sarà anche un pediatra francese

Per due anni che i bandi della Asp erano andati deserti, 31 medici dei quali molti stranieri, hanno raccolto la proposta di andare a lavorare sull’isola

Si può di nuovo partorire sull’isola di Pantelleria. Dopo due anni di bandi andati deserti con nessun medico disposto a trasferirsi sull’isola per far nascere e curare i bambini, l’apertura ai professionisti europei e un appello dell’Asp hanno dato i loro frutti. Sono infatti trentuno le richieste (20 pediatri e 11 neonatologi) arrivate per andare ad operare nell’ospedale di una delle isole più affascinanti della Sicilia, ricevendo un compenso che è stato aumentato da settanta a novanta mila euro annui. «Io ho la sensazione che questo risultato si sia ottenuto grazie e soprattutto al lavoro della stampa e non per l’aumento del compenso – commenta il direttore generale dell’Asp di Trapani Giovanni Bavetta – grazie ai media si è diffusa la notizia a livello europeo e sono arrivate le richieste. Queste domande ci permettono di avere pediatri e neonatologi anche per il futuro. Il problema però ci fa comprendere di come bisogna pianificare le scuole di specializzazione, altrimenti nei prossimi anni avremo carenze di specialisti. Tutta la vicenda è infatti uno stimolo a rivedere questo piano: il numero di specializzandi è troppo esiguo rispetto al fabbisogno del futuro».
Anche un medico francese

«Metteremo un protocollo ben preciso per le mamme di Pantelleria – continua il direttore Bavetta – per far comprendere quando bisognerà rivolgersi al centro di Pantelleria e quando, per la loro sicurezza, converrà partorire in un’unità operativa di secondo livello. Una gravidanza regolare però può avvenire senza problemi sull’isola». I quattro medici selezionati dalle tante richieste arrivate dopo i bandi andati deserti cominceranno ad operare dalla prossima settimana, dopo la firma del contratto che è avvenuta proprio in questi giorni. Sono di Rimini, Milazzo (Messina) Roma ed Enna. Ad aprile arriverà un medico francese di Borgogna e altri professionisti selezionati potrebbero essere impiegati nei prossimi anni. «L’appello dell’Asp per i professionisti dei paesi stranieri ha fatto sì che quello di Pantelleria sarà un punto di nascita dove si parleranno diverse lingue. Le richieste sono arrivate dal Nord Italia, ma anche dalla Francia e addirittura da Israele – conclude Bavetta – un altro medico ha fatto domanda da Wimbledon, Londra. Questo ci fa comprendere di come forse peccavamo noi di comunicazione, per questo motivo ringrazio anche la stampa che ci ha permesso di far arrivare a tutti il nostro appello».

Gli acquisti che consiglio
Amazon-Box creato da Giuseppe Frattura

Se questo articolo ti è piaciuto, CONDIVIDILO!

PinIt